Pane fatto in casa, senza usare il forno, grazie al Fornetto Versilia (articolo NON sponsorizzato)

By

Carissime lettrici, oggi voglio parlarvi del mio Fornetto Versilia (come ho specificato nel titolo del mio articolo, NON sto facendo pubblicità, ma voglio condividere con voi la mia esperienza in merito), regalo che mi fece mio marito per il mio compleanno (non ne avevo mai sentito parlare, quindi immaginatevi la mia faccia quando ho aperto il pacchetto!).

Chi mi segue (soprattutto su Instagram, dove posto foto di piatti e di tavole imbandite e pubblico moltissime stories) sa che una delle mie passioni è la cucina: adoro cucinare tutto, dolce e salato, primi, secondi e quant’altro.

Ovviamente, prima di iniziare ad usare il mio Fornetto Versilia, mi sono dovuta documentare per capire come utilizzarlo senza fare qualche cavolata e poi ho iniziato a sperimentare qualche ricetta.
Oggi voglio mostrarvi i risultati che ho ottenuto (con mia grande soddisfazione!) nella preparazione del pane.

Prima di utilizzare questo fornetto, mi ero limitata a preparare il pane indiano (che si cuoce in padella) e non mi ero mai cimentata nella cottura del pane in forno.
Una premessa da fare è che esistono due milioni di tipi di pane e di conseguenza ognuno di loro ha tempi di cottura diversi tra loro (un po’ come per le torte).
Fino ad ora ho preparato pane classico, pane alle olive, pane alla salvia, pane al rosmarino, pane di grano duro, pane alle cipolle (il migliore secondo me!).

Le foto di oggi sono relative alla preparazione del pane alla salvia e ora vi indico anche tutti gli ingredienti che ho utilizzato e il procedimento per impastarlo.

INGREDIENTI:

500 grammi di farina 00
20 grammi di lievito di birra
6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
15 grammi si foglie di salvia
sale quanto basta
acqua quanto basta

PROCEDIMENTO:

Come prima cosa dovete lavare le foglie di salvia, sminuzzarle, metterle in un piccolo pentolino con l’olio (e un pochino di acqua) e farle sobbollire qualche minuto, in modo che il liquido si aromatizzi e le foglie appassiscano; dopodiché lasciate raffreddare il tutto.
Su una spianatoia, versate la farina, il lievito di birra, il sale e il composto di acqua, olio e salvia; lavorate l’impasto con le mani (aggiungendo acqua tiepida se l’impasto è troppo farinoso, o farina se l’impasto è troppo appiccicoso).
Lasciate lievitare l’impasto per almeno un’ora, coprendolo con uno o due canovacci (per tenerlo al caldo); dopodiché impastatelo nuovamente e mettetelo nel Fornetto Versilia (precedentemente imburrato e infarinato). Io di solito divido l’impasto in quattro panetti, che poi metto nel fornetto e che in cottura, lievitando, si uniranno tra di loro, diventando così una ciambella.
Una volta messo l’impasto nel fornetto, lo chiudo con il coperchio e lo lascio lievitare ancora un’ora e infine accendo il fuoco (i dettagli della cottura li trovate qui di seguito).
Ovviamente i tempi di cottura variano dalla quantità di farina che utilizzate e dal tipo di lievitazione: io vi posso dire che, questo bellissimo ciambellone di pane alla salvia che vedete in foto, l’ho lasciato cuocere per due ore e mezza, in modo da farlo diventare bello dorato.
Per controllare la cottura basta utilizzare uno spiedino di legno: se esce asciutto il pane è cotto, se esce umido il pane ha bisogno di altro tempo per cuocere.

Ma vediamo bene insieme tutto quello che c’è da sapere prima di comprarlo e utilizzarlo.

Che cos’è il Fornetto Versilia?

Il Fornetto Versilia assomiglia ad una tradizionale pentola, ma all’interno presenta la forma di una ciambella e al centro vi è un foro con un cilindro metallico vuoto; è dotata di un coperchio con alcuni fori, per permettere al vapore acqueo di fuoriuscire durante la cottura.
Per utilizzare il Fornetto Versilia basta ungere e infarinare le parti interne della pentola, riempirla di cibo, chiudere con il coperchio e posizionarla sul fuoco, insieme all’apposito spargifiamma.
Lo spargifiamma è un accessorio fondamentale per utilizzare il Fornetto Versilia: è una piastra in metallo da riempire con poca acqua e che si posiziona sopra il gas, in modo da garantire una distribuzione uniforme del calore.
I tempi di cottura sono praticamente identici alla cottura in forno, ma ricordatevi di non aprire il coperchio nei primi 15-20 minuti.

Quali sono i vantaggi nell’utilizzo del Fornetto Versilia?

Risparmio economico: il fornetto Versilia non consuma elettricità (come i forni tradizionali), ma solo una piccola fiammella di gas.

Risparmio di tempo: le modalità di preparazione dei piatti e i tempi di cottura sono uguali, sia nel forno tradizionale, sia con il Fornetto Versilia, ma con quest’ultimo non vi è la necessità di pre-riscaldare il forno.

Maggiore qualità: con il Fornetto Versilia, torte e ciambelloni vengono più alti e più soffici rispetto al forno elettrico, grazie all’umidità sprigionata dalla combustione del gas.

Versatile: il Fornetto Versilia può essere comodamente portato in giro e utilizzato dovunque ci sia un fornello a gas (nelle case senza forno, in campeggio, nelle baite). Inoltre, è molto utile in estate, quando è impensabile accendere il forno tradizionale!

Unica pecca: essendo in alluminio, NON può essere messa nella lavastoviglie!

Quanto costa il Fornetto Versilia?

I prezzi, a seconda di marca e modello, oscillano da circa 15,00 € a 70,00 €.

Come funziona il Fornetto Versilia?

Gli accorgimenti da osservare nell’utilizzo di questo fornetto sono davvero pochi e semplici:

1. Mettere spargifiamma e pentola con coperchio, preventivamente imburrati e infarinati, sul fornello piccolo
2. Accendere il gas al massimo per cinque minuti circa, in modo da scaldare tutta la pentola
3. Ridurre la fiamma al minimo per tutto il tempo di cottura
4. Non aprire mai il coperchio della pentola prima di mezz’ora dall’inizio della cottura
5. Controllare la cottura con uno spiedino di legno, utilizzando i fori del coperchio
6. Non esporre mai la pentola in cottura alle correnti d’aria fredda
7. Terminata la cottura, rimuovere il cibo dalla pentola: non è consigliabile lasciare i cibi nell’alluminio

Mi raccomando, fatemi sapere se iniziate ad usarlo, come vi trovate e magari inviatemi le foto delle vostre ricette realizzate!

 

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità