Giardinaggio durante la gravidanza

By

In gravidanza molte donne iniziano ad apprezzare anche le piccole cose: io ad esempio mi sono appassionata ai fiori e alle piante (anche se non ho il pollice verde al cento per cento!).

Se anche voi volete dedicare un po’ di tempo al vostro giardino o al vostro angolo di verde sul terrazzo per rilassarvi, cercate però di prendere alcuni piccoli accorgimenti per evitare di incorrere nella Toxoplasmosi, molto pericolosa in gravidanza.

Quando sei in gravidanza è necessario prendere alcune semplici precauzioni anche per fare giardinaggio: indossare sempre i guanti per toccare la terra e le piante, lavare bene le mani con il sapone quando hai finito di lavorare (anche se indossi i guanti) e non toccarti il viso o gli occhi mentre lavori. Questi accorgimenti vanno osservati anche se possiedi un gatto e devi quindi pulire la sua lettiera (ma mi raccomando, non è necessario liberarsi del vostro amico peloso!).
Tutto questo serve per evitare di contrarre la Toxoplasmosi: una malattia il cui parassita si trova appunto nella terra e nelle feci dei gatti e che si trasmette tramite il contatto mani, bocca, occhi.
Nella grande maggioranza dei casi non ci si accorge nemmeno di averla avuta, perché dà sintomi lievi e generici, come stanchezza, mal di testa o di gola, sensazione di ossa rotte. Una volta contratta, lascia un’immunità permanente, cioè non si rischia più di ammalarsi.
Questa malattia raramente colpisce gli adulti, ma se contratta in gravidanza può provocare un aborto, morte perinatale, cecità, danni celebrali o problemi di salute in età adulta.
Per sapere se si è immuni oppure sensibili all’infezione basta un semplice esame del sangue che permette di rilevare la presenza di anticorpi contro il toxoplasma.
Il test può essere eseguito anche prima del concepimento, oppure nell’ambito della prima serie di esami che viene consigliata alla mamma alla prima visita della gravidanza. Se la donna risulta immune, può stare tranquilla per tutti i nove mesi e non è necessario ripetere il test; in caso contrario il test dovrà essere ripetuto ogni mese.
Io ad esempio non sono immune a questa malattia, quindi durante tutte e tre le mie gravidanze, la mia ginecologa ogni mese mi faceva ripetere l’esame del sangue per precauzione.
Ultime raccomandazioni molto importanti per le donne in gravidanza che vogliono dedicarsi al giardinaggio: vietato alzare vasi troppo pesanti, evitare di praticarlo durante le ore più calde della giornata ed evitare di utilizzare qualsiasi tipo di concime (sia per contatto sia per inalazione).

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità