Come curare le smagliature dopo il parto

By

La gravidanza fa diventare una donna più bella e più solare, ma purtroppo porta con se anche qualche inconveniente estetico come le smagliature.

Purtroppo non è possibile evitare completamente l’insorgenza di questo antiestetico problema, ma con qualche piccolo accorgimento potete limitare i danni: ecco i consigli della Supermamma!

Le smagliature sono segni di forma allungata che compaiono con più frequenza sull’addome, sulle natiche e sui seni; si tratta di in estetismi causati dalla degenerazione delle fibre elastiche sottocutanee che si distendono fino a rompersi per via dell’aumento di peso in gravidanza; possono manifestarsi per predisposizione genetica, per eccesso di liquido amniotico, per neonati molto grandi o per parti multipli.

Solitamente si presentano verso la fine della gravidanza e dopo il parto diventano ancora più scure e pronunciate: fortunatamente la maggior parte delle smagliature si attenua gradualmente con il passare del tempo.

Per prevenire e per aiutare a curare le smagliature è molto importante l’idratazione, poiché se la pelle è bene idratata ci sono meno probabilità che si formino: quindi ricordatevi di bere sempre molta acqua sia in gravidanza sia nel post parto.

Le aree che sono più a rischio smagliature sono la pancia, i glutei e il seno, poiché aumentano di volume; se la vostra pelle non è molto elastica, ci sarà una maggiore possibilità che compaiano le smagliature e potreste anche avvertire una sensazione di prurito (perché la pelle inizia a tirare sotto sforzo). Le creme a base d’olio d’oliva o di vitamina E o l’olio di mandorle dolci possono essere d’aiuto alla prevenzione contro le smagliature.

In gravidanza io ho utilizzato molto sia l’olio di mandorle dolci sia una crema ricca di vitamina E: l’olio lo utilizzavo su pancia e glutei, mentre la crema alla vitamina E sul seno.

Verificate sempre sul foglio illustrativo di qualunque prodotto voi utilizziate, che non contenga sostanze controindicate in gravidanza o in allattamento. Io mi sono trovata molto bene con un olio di mandorle acquistato in erboristeria e privo di profumazione, mentre come crema alla vitamina E vi consiglio quelle della linea VEA – Olio Vea oppure Vea Lipogel – (premetto che non sto facendo pubblicità), completamente naturali, non danno problemi al vostro bambino se lo allattate al seno e non necessitano di lavare il seno prima di attaccare il bambino anche se avete applicato la crema da poco tempo.

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità