Sollevamento del passeggino: il nuovo sport olimpico.

By

Quando rimani incinta la prima volta, prendi per oro colato qualsiasi cosa ti venga detto da chi ha più esperienza di te in merito alla gravidanza e, soprattutto, sei molta ligia a rispettare tutti i divieti che, in teoria, si dovrebbero osservare.

Una delle cose principali che una futura mamma non dovrebbe fare è sollevare pesi!

Durante la mia prima gravidanza, avendo avuto quasi per tutto il periodo un po’ di crampi e dolorini vari, dovevo stare attenta a non sollevare cose troppo pesanti, tanto che mio marito quasi mi vietava di prendere addirittura le borse della spesa. Però si sa, durante la prima gravidanza tutti i pensieri e le attenzione sono incentrate sul bimbo in arrivo e, un pochino, anche sulla futura mamma: quindi niente sforzi, niente sollevamento pesi, niente lavori pesanti e soprattutto un po’ di riposo.
Si, forse tutto questo accade durante l’attesa del primo figlio…ma con la seconda o terza gravidanza?!? Vogliamo parlarne?!
“Mamma mi prendi in braccio? Dai, per favore!” e ti guarda, o, peggio ancora, ti guardano con quegli occhioni sgranati tipo gatto con stivali di Shrek e…come fai a dirgli di no?! E così ti ritrovi a prendere in braccio due bimbi, ormai magari nemmeno tanto piccoli e soprattutto non tanto leggeri, tu che già ti senti snella e agile come l’omino della Michelin.

E perché non menzionare lo sport olimpico preferito dalle mamme, ovvero il sollevamento del passeggino, ovviamente con dentro il bambino!

Si perché in Italia esistono ancora moltissimi negozi a prova di mamma con passeggino (e di disabile), dove per entrare devi fare i conti con gradini (perché mettere una pedana è troppo costoso e difficile), porte che non restano aperte da sole (così devi sfoggiare tutta la tua elasticità e fare acrobazie da circense per tenerla aperta, senza che ti arrivi in faccia mentre cerchi di far salire il passeggino dai gradini) e l’indifferenza di moltissime persone che, proprio in quel momento, per puro caso, non vedono che tu stai facendo una fatica bestia. E, udite udite, nella mia esperienza di mamma di tre bambini, posso dire che la maggior parte di questa indifferenza arriva proprio dai cari maschietti, che tutto possono fare, ma a quanto pare non sollevare un passeggino, o tenere almeno una porta aperta.
Non molto tempo fa mi sono dovuta recare in Comune e ovviamente con me c’era Alessandro, seduto nel suo passeggino. Anche per entrare nel Comune del mio paese ci sono i gradini! Nei paraggi non c’era anima viva, così ho sollevato il passeggino e via. Dopo aver fatto quello che dovevo, arriva il momento di uscire, ma questa volta non sono sola: una neo mamma con carrozzina si trova con al mio stesso problema, così ci aiutiamo vicendevolmente, prima lei aiuta me con il passeggino di Ale e poi io aiuto lei con la carrozzina della sua bimba. Per fortuna che almeno tra mamme ci si aiuta!

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità