La differenza tra il ciclo mensile e ciclo mestruale

By

Quando hai le mestruazioni non puoi fare il bagno in mare e non puoi fare sport; se hai le mestruazioni non puoi avere rapporti; si può rimanere incinta solo nel giorno dell’ovulazione; e potrei continuare con altre “affermazioni” del genere.

Ma siamo sicure di conoscere bene il nostro corpo e soprattutto di come funziona il ciclo mensile?

E attenzione che con ciclo mensile non intendo esclusivamente i giorni delle mestruazioni. Beh, continuate a leggere il mio articolo e magari scoprirete nuove cose su come funziona il nostro corpo di donna!

Durante il primo giorno di mestruazione l’utero inizia ad espellere piccole quantità di sangue e parte della sua mucosa di rivestimento interno, chiamata endometrio, che nei giorni precedenti si era ispessita per accogliere un eventuale uovo fecondato.
Dal secondo al quinto giorno di mestruazione, il flusso continua, mentre l’ovaio inizia a produrre crescenti quantità di estrogeni; nello stesso tempo, un nuovo ovocita si avvia verso la mestruazione.
Dal quinto al 14mo giorno, il Follicolo di Graaf, ovvero l’involucro che contiene l’uovo femminile, comincia a produrre grandi quantità di estrogeni che stimolano l’endometrio a ispessirsi e a richiamare a se maggiori quantità di sangue, al fine di poter accogliere il prodotto del concepimento; intorno al 14mo giorno il follicolo scoppia letteralmente e libera l’uovo ormai giunto a maturazione e da questo momento prende il nome di corpo Luteo.
Dal 14mo al 21mo giorno, il corpo luteo comincia a produrre grandi quantità di progesterone, l’ormone che favorisce la migrazione dell’uovo dalle tube di Falloppio all’utero e consente anche un’adeguata preparazione dell’endometrio all’impianto dell’embrione e inibisce le contrazioni dell’utero, al fine di impedire che un eventuale uovo fecondato sia espulso.
Dal 21mo al 28mo giorno, se l’uovo non è fecondato, il corpo luteo si sfalda, interrompendo la produzione di progesterone e intorno al 28mo giorno la mucosa di rivestimento interno dell’utero si stacca, dando così inizio alla mestruazione.
Gli estrogeni sono presenti in bassissime quantità e questa condizione stimola la zona del cervello chiamata Ipotalamo a sollecitare una ghiandola situata al centro della testa chiamata Ipofisi a secernere due ormoni: FSH, l’ormone follicolo stimolante e l’LH, l’ormone luteinizzante, i quali agiscono sulle ovaie per indurle a portare a maturazione un nuovo uovo e a produrre estrogeni e progesterone.
Gli estrogeni stimolano l’ispessimento dell’endometrio in modo da rendere la cavità uterina idonea ad accogliere l’uovo fecondato; il progesterone favorisce il tragitto dell’uovo attraverso le tube e induce l’enodometrio a richiamare a se grandi quantità di sangue, utili per nutrire il prodotto del concepimento.
Se il concepimento avviene, il corpo luteo si ingrandisce e continua a produrre grandi quantità di progesterone che rimane presente in quantità molto più elevate del normale per garantire il buon andamento della gravidanza.

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità