Come coccolarsi in gravidanza

By

La gravidanza è un periodo di cambiamenti, anche molto impegnativi per il nostro corpo e la nostra mente, ecco perché dobbiamo cercare di goderci appieno questo momento cercando di essere rilassate e in pace con il nostro corpo.

Il modo migliore per fare tutto questo è di cercare di trovare dei momenti da dedicare a noi stesse, anche in considerazione del fatto che una volta nato il nostro bambino, avremo molto poco tempo per coccolarci e rilassarci.

Fare un bel bagno caldo (non bollente, mi raccomando) era la cosa che mi rilassava di più durante le mie gravidanze: chiudermi in bagno, magari con qualche candela accesa e un po’ di musica, immergermi nella vasca da bagno piena di soffice schiuma profumata, abbandonare il mio corpo e il mio bambino al tepore dell’acqua e soprattutto non badare all’orologio, era una cosa meravigliosa.

Durante la mia seconda e terza gravidanza ho sempre cercato di concedermi questo momento almeno una volta la settimana, perché con gli altri bimbi in giro per casa non era molto semplice trovare un po’ di tempo tutto per me, quindi dovevo approfittare del momento in cui i bambini dormivano, sperando che non si svegliassero all’improvviso!

Abbassiamo i livelli di ormoni che causano stress

Fare un bagno caldo aiuta a diminuire i livelli degli ormoni dello stress, a decontrarre la muscolatura, e diminuire la compressione che effettua il bambino sul nostro corpo, specialmente negli ultimi mesi di gestazione.

Olio di mandorle…..messo dal proprio marito o compagno.

Un’altra cosa che mi rilassava molto, specialmente la sera prima di andare a letto, era farmi fare un bel massaggio da mio marito: di solito usavo l’olio di mandorle dolci oppure una crema corpo idratante, per rendere il massaggio ancora più efficace. Durante la mia terza gravidanza, a volte, anche i miei due primi figli si divertivano a massaggiarmi il pancione con la crema: un dolcissimo momento di condivisione sia per me sia per loro.

Premetto che io non ho mai fatto nessun tipo di attività fisica in tutta la mia vita, ma durante la mia prima gravidanza mi ero iscritta ad un corso di Pilates per donne in gravidanza (era un’attività opzionale da unire al corso preparto tenuto dall’ospedale in cui sarei poi andata a partorire): fare Pilates in gravidanza porta benefici perché aumenta la coordinazione e l’equilibrio, incrementa la forza e la resistenza muscolare, da maggiore controllo del centro del corpo, aumenta la capacità di gestire posture statiche e dinamiche, fornisce capacità di adattamento e percezione di sé, favorisce la connessione mente-corpo, migliora la qualità della vita e da una maggiore scioltezza nelle attività quotidiane, aiuta a prevenire dolori alla colonna vertebrale, la respirazione diventa più efficace e rinforza tronco, addome e pavimento pelvico

Altre attività che aiutano il rilassamento in gravidanza, che però io non ho mai praticato, sono lo Yoga, che in gravidanza è un aiuto completo ed efficace per la mamma per affrontare con serenità e tonicità sia la gravidanza sia il parto; l’acquaticità poiché in acqua il corpo diventa più leggero e libero, a livello emotivo l’acqua stimola la secrezione di endorfine, in altre parole gli ormoni della felicità che coadiuvano stati emotivi di benessere e rilassamento profondo, valido aiuto anche per migliorare la qualità del sonno; il nuoto permette un’ossigenazione del nostro organismo, permette di eliminare le tossine in eccesso, stimola la circolazione, il trasporto di sostanze nutritive per mamma e bambino, migliora la tonicità muscolare di tutto il corpo e facilita anche il ritorno della giusta forma fisica dopo il parto; aquagym ha gli stessi benefici del nuoto, solo che l’attività è svolta in gruppo e a ritmo di musica, dando la possibilità di poter chiacchierare tra future mamme e confrontarsi tra loro.

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità