Come disinfettare naturalmente frutta e verdura

By

Frutta e verdura prima di essere consumate devono essere lavate: ma come farlo senza che il loro gusto cambi a causa dei prodotti chimici in commercio? Io ho adottato il classico rimedio della nonna per farlo in modo naturale ed economico!

I disinfettanti per cibi consigliati anche dagli ospedali alterano e non poco secondo me il gusto di frutta e verdura, tanto da renderla immangiabile. Io per disinfettare naturalmente frutta e verdura, ma anche tutti gli oggetti che i bambini piccoli portano molto spesso alla bocca, uso aceto e bicarbonato: due prodotti facili da reperire e soprattutto molto economici.

Lavare i cibi e gli oggetti solo con acqua a volte non è sufficiente per eliminare tutti i batteri, i funghi e i virus che entrano nella nostra casa ogni giorno in modi diversi.

I bambini hanno difese immunitarie più basse rispetto alle nostre e di conseguenza possono contrarre più facilmente le infezioni; fin dalla gravidanza noi mamme dobbiamo stare molto attente a cosa mangiamo e a volte anche a cosa tocchiamo, perché il nostro bimbo potrebbe contrarre un’infezione anche se ancora nel grembo materno.

I principali metodi di disinfezione sono tre:

  • Amuchina: candeggina in una soluzione più diluita (non sto facendo pubblicità al prodotto)
  • Bicarbonato: polvere bianca e fine, è un sale di sodio dell’acido carbonico
  • Aceto o limone

La frutta e la verdura sono fondamentali per un’alimentazione sana; sin dalla gravidanza vanno lavate accuratamente, sia che vengano acquistate al supermercato sia che vengano acquistate da contadini o produttori diretti, perché sono piene di batteri. Ricordatevi che anche le insalate in busta, già lavate, vanno rilavate per sicurezza perché potrebbero aver sviluppato dei batteri dopo essere state imbustate.


Per disinfettare frutta e verdura basta lavarle sotto acqua corrente per eliminare una parte dei batteri; dopodiché immergete la frutta e la verdura in una bacinella piena d’acqua e uno dei tre disinfettanti appena elencati, per circa 15 minuti; sciacquate e consumate tranquillamente la vostra frutta e verdura.

 

Anche tutti gli oggetti che entrano in contatto con la bocca e le mani del bambino devono essere disinfettati, perché le su difese immunitarie non sono ancora del tutto sviluppate: ciucci, tettarelle, biberon, massaggiagengive e tutti i giochi di gomma che porta alla bocca.

Per sterilizzare questi oggetti potete utilizzare uno sterilizzatore (ce ne sono di diversi tipi in commercio), ma prestate attenzione perché alcuni oggetti non possono essere messi negli sterilizzatori perché potrebbero rompersi o rovinarsi; in questo caso potete utilizzare lo stesso metodo che ho indicato per la disinfezione di frutta e verdura. Ovviamente poi c’è sempre il “metodo della nonna” ovvero far bollire un po’ d’acqua in un pentolino e immergere ciò che necessita di essere sterilizzato!

Tra i tre metodi di disinfezione io ho sempre utilizzato il bicarbonato e l’aceto…l’Amuchina non mi piace molto perché nonostante i cibi e gli oggetti vengano poi sciacquati, l’odore dell’Amuchina si sente comunque…e specialmente sui cibi non mi aggrada molto…ma ovviamente siete libere di scegliere il metodo che più fa per voi!

Se decidete di utilizzare Amuchina ricordatevi che non dovete utilizzarla insieme con altri prodotti perché potrebbe emettere gas pericolosi; evitate il contatto con gli occhi; risciacquate accuratamente tutti i prodotti con acqua potabile.

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità