Quale è il giusto seggiolino auto? La guida e i consigli della Supermamma

By

Il tuo bambino o la tua bambina è finalmente nato/a e ora non vedi l’ora di tornare a casa con lui/lei…ma prima di affrontare il primo tragitto in macchina devi essere sicura che la macchina sia ben attrezzata e sicura per il/la nuovo/a arrivato/a. Devi aver già scelto, acquistato e montato il suo primo seggiolino auto. Se non ti sei ancora preparata e non sai come fare, consulta la mia guida e i miei consigli di Supermamma!

In questo articolo voglio aiutarvi nella scelta del seggiolino da utilizzare, dandovi qualche consiglio anche sulla marca, poiché noi ne abbiamo attualmente 3 installati sul sedile posteriore della nostra auto! Ricordate che i seggiolini vanno scelti in base al peso del bambino e devono essere omologati secondo la normativa vigente.

Dalla nascita e fino all’età di 4 anni circa tutti i bambini devono viaggiare in auto sempre seduti nei loro seggiolini. Non dovete mai tenerli in braccio, anche se piangono…ricordatevi che ne va della loro incolumità…e voi rischiate multe molto elevate ed anche il ritiro della patente di guida.

Ci sono 5 tipologie di seggiolini auto: Gruppo 0, Gruppo 0+, Gruppo 1, Gruppo 2 e Gruppo 3.

Per prima cosa vediamo in cosa si differenziano i vari Gruppi:

• Gruppo 0: vanno utilizzati per i bambini al di sotto di 10 kg di peso; vanno montati in senso contrario a quello di marcia se sono sistemati sul sedile posteriore, o in avanti se sistemati sul sedile anteriore, ma il bambino deve avere un peso di almeno 6 kg; in questo gruppo rientrano le navicelle, che vanno utilizzate con le apposite cinture i sicurezza (alcune marche di passeggini le hanno in dotazione, altre marche le fanno acquistare separatamente) e gli ovetti.

• Gruppo 0+: vanno utilizzati per i bambini al di sotto di 13 kg di peso; vanno montati in senso contrario a quello di marcia se sono sistemati sul sedile posteriore, o in avanti se sistemati sul sedile anteriore, ma il bambino deve avere un peso di almeno 6 kg.

• Gruppo 1: vanno utilizzati per i bambini tra i 9 kg e i 18 kg di peso; vanno montati nel senso di marcia e devono essere fissati con le cinture di sicurezza dell’auto.

• Gruppo 2: vanno utilizzati per i bambini tra i 15 kg e i 25 kg di peso; hanno cuscini con braccioli omologati; vanno montati nel senso di marcia e devono essere fissati con le cinture di sicurezza dell’auto, con l’aggiunta di un dispositivo di aggancio che si fissa nel punto in cui la cintura incrocia la spalla.

• Gruppo 3: vanno utilizzati per i bambini tra i 22 kg e i 36 kg di peso; i cuscini sono senza braccioli in modo da utilizzarli poi sul sedile dell’auto per aumentare, da seduto, la seduta del bimbo, per consentirgli di utilizzare le normali cinture di sicurezza dell’auto; vanno montati nel senso di marcia e devono essere fissati con le cinture di sicurezza dell’auto.

In commercio si trovano anche molti seggiolini che rientrano in quasi tutti questi Gruppi appena elencati, nello specifico vanno dai 9 kg ai 36 kg di peso del bambini: un’ottima soluzione, pratica ed economica (siccome anche i seggiolini auto non sono molto economici!), per non dover continuamente cambiare seggiolino una volta raggiunta la soglia del peso. In pratica dalla nascita e fino ai 10 kg di peso del vostro bimbo, potrete utilizzare l’ovetto acquistato nel tris del passeggino e poi potrete acquistare un seggiolino del Gruppo 1-3, che utilizzerete fino ai 36 kg di peso del vostro bimbo o in ogni caso fino a quando non potrà stare seduto normalmente con le cinture di sicurezza della vostra auto.
Per quanto riguarda la marca da scegliere, anche in questo caso, c’è una vastissima scelta, sia di prezzi, sia di colori, sia di modelli.
Il consiglio che voglio darvi è quello di scegliere un seggiolino il più possibile confortevole e comodo per il vostro bambino. Ma come fare a capire se è comodo…? Cercate di valutare la grandezza del seggiolino, specialmente dello spazio dove il vostro bambino appoggerà la testa: molti seggiolini sono molto larghi in quel punto e nel momento in cui il vostro bimbo si addormenterà in auto, sarà molto probabile che la testa si muova di qua e di la; meglio sceglierne uno con un riduttore o un cuscino, in modo che la testa resti contenuta.

Un altro dettaglio da valutare è la possibilità di reclinare il seggiolino: molti seggiolini non hanno questa possibilità. Questo può andare bene quando i vostri saranno grandi, ma all’inizio, non riuscendo a stare ben seduti, specialmente se si addormentano in auto, avere la possibilità di reclinare leggermente il seggiolino è una cosa molto importante, perché eviterà che il vostro bimbo vada tutto in avanti, senza accorgersene, restando in qualche modo a penzoloni con la testa.

Come vi ho detto, noi abbiamo attualmente 3 seggiolini posti sul sedile posteriore della nostra auto: due di marca Foppapedretti modello Dinamyk (9-36 kg) e uno di marca Chicco modello Neptune (9-36 kg).
Il seggiolino migliore, secondo noi, è quello della Foppapedretti, perché ha tutte le caratteristiche che vi ho appena descritto. Quello della Chicco, nonostante sia anche lui un buon seggiolino, non ha la possibilità di reclinarlo ed è meno avvolgente rispetto a quello della Foppapedretti, così lo stiamo utilizzando per il nostro primogenito, che è il più grande sia in età sia in altezza e ora dome un po’ meno quando siamo in macchina.

Fate attenzione perché in commercio esistono anche dei seggiolini definiti “Rialzi”, ovvero dei cuscini che permettono al bambino di essere più alto e di poter utilizzare le cinture di sicurezza dell’auto; sono ovviamente più comodi da spostare e sono anche più economici rispetto ad un normale seggiolino auto…ma con l’entrata in vigore della nuova normativa questi seggiolini sono diventati fuorilegge! Con i rialzi senza schienale il bambino non è protetto dagli urti laterali e le cinture a volte non sono comunque all’altezza corretta, con tutti i rischi che questo può comportare.

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità