Le differenze tra la prima gravidanza e le successive

By

Anche oggi voglio raccontarvi qualcosa in più di me, in particolar modo voglio parlarvi delle differenze che ho constatato durante le mie tre gravidanze: fisicamente, emozionalmente e soprattutto logisticamente.

La prima fondamentale differenza è che durante la prima gravidanza era TUTTO nuovo e inaspettato, non sapevo cosa aspettarmi e come avrei reagito io ed il mio corpo ai vari cambiamenti che avvengono in gravidanza. Il primo sfarfallio, il primo calcetto, il primo singhiozzo, le prime piccole contrazioni di Braxton: tutti momenti emozionanti durante la prima gravidanza, ma nelle successive (nonostante sia comunque una bellissima sensazione) finiscono un po’ in secondo piano, perché la maggiore concentrazione va al bimbo più grande.
Un’altra cosa che ricordo è che, durante i primi mesi della gravidanza di Luca, avevo paura a dormire a pancia in giù, anche se ancora potevo farlo visto che quasi non si vedeva la pancia (mica che schiaccio il bimbo!); mi preoccupava moltissimo il fatto che non sentivo ancora muovere il bambino e quindi temevo sempre il peggio (credo che questo sia quasi normale per tutte le donne e in tutte le gravidanze: sentire il bambino muoversi è indubbiamente rassicurante).

Durante la prima gravidanza, la ginecologa mi disse di evitare di mangiare alcuni alimenti (legati al problema toxoplasmosi) e di lavare accuratamente frutta e verdura con acqua e bicarbonato.

Beh, vi dirò che nel dubbio io non ho mai mangiato per tutti i nove mesi l’insalata. Non so perché, ma mi era venuta la fissa che anche lavandola non sarebbe mai stata pulita abbastanza bene (non avendo una buccia da togliere). Questa mania invece non l’ho avuta durante la seconda e terza gravidanza: ho sempre e comunque lavato tutto con acqua e bicarbonato, ma non ho mai evitato di mangiare qualcosa. Così come non mi sono fatta mancare un pezzettino di gorgonzola ogni tanto (lo mettevo sulla pizza in modo che si cuocesse in forno però!).

Altra cosa che non ho osservato nella seconda e, soprattutto, terza gravidanza (per causa di forza maggiore ovviamente!) è stato il divieto di sollevare pesi.

Quando ero in attesa di Luca, mio marito mi vietava addirittura di sollevare il sacchetto della spesa (anche se magari c’erano dentro solo tre bottiglie di latte!). Inutile dirvi che mentre ero in attesa di Elena ed Alessandro ho sollevato cose ben più pesanti (tipo i miei figli in contemporanea!).

Riposati finché puoi!

Si, forse lo si riesce a fare durante la prima gravidanza, ma nelle successive diventa un pochino più complicata come cosa, specialmente se, come nel mio caso, i bimbi non hanno ancora iniziato ad andare all’asilo e quindi sono a casa tutto il giorno!
Durante la gravidanza di Luca riuscivo a fare quasi tutto, con molta calma e soprattutto cercando di trovare anche il tempo per coccolarmi e rilassarmi (magari con un bel bagno caldo). Ma durante le gravidanze di Elena ed Alessandro, incastrare tutto è stato molto più difficile, perché prima di tutto dovevo “sistemare” i bimbi (pappa, cacca, nanna, gioco, passeggiate). Comunque nulla di impossibile eh!

E voi quali differenze avete notato tra la prima gravidanza e le successive? Su su, raccontatemi!

 

(Immagine principale: gravidanza di Luca – Immagine centrale: gravidanza di Elena – Immagine finale: gravidanza di Alessandro)

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità