Contraccezione: la contraccezione d’emergenza

By

Ultimo appuntamento per quanto riguarda l’argomento della contraccezione. Dopo aver visto, ad uno ad uno, i vari metodi contraccettivi, oggi parliamo della famosa pillola del giorno dopo, ovvero il metodo che potrebbe salvarci in calcio d’angolo [passatemi il termine] da una gravidanza non programmata.

Ovviamente anche in questo caso può esserci un margine di errore, perché, come in ogni situazione, bisogna prendere in considerazione diversi fattori.
Comunque, vediamo bene nel dettaglio di cosa stiamo parlando.

Il ginecologo è la persona di riferimento per tutte le informazioni relative al corretto utilizzo del prodotto. Il presente materiale non intende in alcuna maniera, ne direttamente, ne indirettamente, delineare o sostituirsi a percorsi terapeutici che rimangono esclusiva responsabilità del medico curante. Le indicazioni contenute in questo articolo non possono sostituire la cura del medico, che è pertanto necessario consultare prima di intraprendere qualsiasi cambiamento dello stile di vita.

La contraccezione d’emergenza deve essere usata solo in casi straordinari. Sono in commercio diverse formulazioni (la pillola del giorno dopo, dei tre giorni dopo, dei cinque giorni dopo): sono tutti farmaci che contengono un solo tipo di ormone a una dose più elevata rispetto alla normale pillola e vanno presi dopo un rapporto non protetto che si ritiene sia a rischio di gravidanza.

Va considerato a rischio qualunque rapporto indipendentemente dal giorno del ciclo, ad esempio: quando il preservativo non è stato indossato all’inizio del rapporto o si è rotto o si è sfilato, quando ci si scorda di assumere una o più pillole, o ci si scorda di rimettere l’anello o il cerotto contraccettivo, quando si assumono farmaci che possono interagire con l’efficacia del contraccettivo ormonale, quando si verificano episodi di vomito o diarrea vicini all’assunzione della pillola.

L’efficacia della pillola del giorno dopo è maggiore se l’assunzione avviene entro le ventiquattro ore dal rapporto a rischio e diminuisce con l’aumentare del tempo trascorso dopo il rapporto.

Quali sono le particolarità della pillola del giorno dopo?

· Si possono riscontrare raramente cefalea, astenia e algie pelviche;
· Non può essere utilizzata regolarmente né ad intervalli ravvicinati;
· Per le donne di età pari o superiore a diciotto anni i farmaci non sono soggetti a prescrizione medica;
· Per le donne minorenni resta invece obbligatoria la prescrizione medica.

 

Finito….Grazie di aver letto i miei appunti, FEDERICA!

 

Potrebbero interessarti?

Novità